“PROUD TO BE – FIERI DI ESSERE” CON LUCA LECHTHALER

Autismo: una storia di errori e di inganni
agosto 6, 2019
Corso di formazione “Sessualità e affettività: transizione all’età adulta e problematiche nelle persone con Disturbi dello Spettro Autistico”.
settembre 27, 2019
Mostra tutto

19 settembre a Fai della Paganella la prima giornata della montagna e del basket accessibile ai ragazzi con disabilità del Trentino.

La montagna accessibile a tutti: questo è il motto di PROUD TO BE – FIERI DI ESSERE. La prima edizione della giornata dedicata ai ragazzi con disabilità del Trentino si è svolta giovedì 19 settembre a Fai della Paganella, insieme al giocatore dell’Aquila Basket Luca Lechthaler.

Grazie al grande, in tutti i sensi, campione della pallacanestro che risiede proprio a Fai, al consorzio Fai Vacanze, alla Presidenza del comitato provinciale del CONI e a tanti amici e volontari i ragazzi con disabilità e i loro accompagnatori hanno vissuto un’avventura davvero speciale.

Per un’intera giornata i ragazzi hanno scoperto percorsi didattici nel bosco, laboratori all’aria aperta e un’entusiasmante caccia al tesoro. Non è mancato naturalmente il basket: la palla a spicchi è passata di mano in mano, tutti i ragazzi si sono cimentati con uno sport che sa mettere il relazione e comunicazione le persone, un gioco che apre all’altro, che ha molto da insegnare sull’inclusione e l’integrazione poiché alla base di ogni passaggio deve esserci la collaborazione e solo se i giocatori si intendono tra loro, solo se si adeguano l’uno all’azione dell’altro, il passaggio può avvenire con successo.

“Giornata stupenda, Luca Lechthaler è una gran bella persona, un campione nello sport e nella vita vera! – ha commentato Giovanni Coletti, presidente della Fondazione Trentina per l’Autismo, che ha collaborato all’iniziativa. – Grazie a Luca, al sindaco Gabriele Tonidandel, che non è voluto mancare, e a quanti si sono impegnati per la riuscita di questo importante evento, molto significativo. I ragazzi con disabilità hanno la stessa voglia di divertirsi e fare sport insieme ai coetanei che tutti i giovani hanno. Dobbiamo dare loro questa possibilità, farebbe bene a tutti, hanno tanto da dare.”

E chi meglio di una giovane partecipante all’evento può dire la sua, l’amica dalla frangetta sbarazzina I.:”Giornata bellissima! Luca ha coinvolto tutti. Anche i volontari super! Ci siamo divertiti un sacco, tutti super soddisfatti! Grazie mille ancora per questa bellissima opportunità!”.

Altrettanta la soddisfazione espressa dal giocatore: “Una grande giornata. E’ stato bellissimo vedere come i ragazzi si sono a poco a poco aperti. Un’esperienza importante, anche in vista di prossimi eventi”. “Luca ci inviti ancora?” gli ha fatto eco prontamente L.

Sport e divertimento insieme, dunque, ognuno con le proprie difficoltà e i propri talenti, diversi ma uguali!

Alla prossima magnifica edizione, allora!